Loading...
MAN Truck Bus Italia_DUS Autotrasporti_1
Lug
11
2017

Alberto Dus, titolare con il padre Tullio della Dus Autotrasporti, non ha dubbi: “A conti fatti i MAN TGL e MAN TGM sono imbattibili nel rapporto qualità/prezzo”.

Dus Autotrasporti Srl nasce nel 1986 come ditta individuale monoveicolare per l’intraprendenza di Tullio Dus: “Subito la specializzazione è stato il trasporto di alimentari, in particolare di latte fresco – spiega Alberto Dus, la seconda generazione, figlio di Tullio -. Dagli anni Novanta, grazie all’acquisizione di nuovi clienti, è stato innescato un lento ma continuo processo di crescita che ha visto l’allargamento del numero dei clienti e quindi anche della flotta”.

Ma si è dovuto aspettare il 2010 per assistere al vero “salto qualitativo”, coinciso proprio con l’ingresso in azienda di Alberto Dus che ha portato una ventata di entusiasmo e anche tante idee nuove. “Fin da bambino ho seguito da vicino l’attività di mio padre e, appena compiuti i 18 anni, ho preso la patente e iniziato a lavorare in azienda come autista – racconta -. I camion sono la mia passione ed è un vero peccato che adesso non ho più il tempo di tornare al volante, ma devo restare in ufficio a coordinare il lavoro dei nostri 18 veicoli e dei relativi autisti. Praticamente dal 2010 ricopro questo nuovo ruolo e con mio padre gestiamo tutta l’azienda, che nel frattempo ha cambiato ragione sociale dando vita alla Dus Autotrasporti Srl.

La crescita ovviamente non si è fermata, ma semmai è ulteriormente progredita specializzandosi nel trasporto e distribuzione di generi alimentari freschi e surgelati per conto della GDO e di primari operatori del settore, a cui si aggiunge la distribuzione Ho.re.ca. per importanti operatori del catering, oltre a una svariata serie di committenze locali. L’attività distributiva si sviluppa dalla nostra sede di Noventa di Piave, in provincia di Venezia, in tutto il Nord Italia, ma anche nelle nazioni direttamente confinanti, in particolare Croazia e Slovenia. È stato un lungo processo: dal latte fresco delle origini siamo arrivati fino ai prodotti surgelati, sempre per rispondere al meglio alle richieste dei nostri clienti”.
“L’inizio del rapporto con MAN risale al 2010, quasi in concomitanza con la nascita della Srl –  prosegue Alberto Dus -. È stata una delle prime decisioni che ho preso e mio padre l’ha subito condivisa, anche se la storia dell’azienda era stata fino a quel momento legata ad altri brand. I motivi sono semplici: non ci si deve fermare al prezzo d’acquisto, ma si deve guardare tutto l’arco di vita del veicolo, verificare l’affidabilità (con il trasporto dei surgelati un guasto può avere conseguenze catastrofiche), l’assistenza e la riduzione dei fermo macchina, i consumi… allora si scoprirà che i MAN TGL 12.250 e MAN TGM 15.250 e 18.290 sono dei campioni di redditività ed è per questo che oggi la nostra flotta, con due eccezioni di cui una è un MAN TGX 26.440, è interamente composta da questi modelli”.

“A tutto questo si aggiunga l’eccellente rapporto con la concessionaria MAN di Castelfranco Veneto (TV) – ricorda Alberto Dus -, sempre presente e disponibile, che ci ha offerto fin da subito una consulenza su misura. Non secondario è poi il poter disporre presso la nostra sede dell’assistenza MAN tramite l’officina autorizzata di zona, che ha sempre garantito la massima disponibilità nel rispondere e risolvere prontamente le nostre richieste. In particolare, con gli ultimi modelli Euro 6 abbiamo attivato dei contratti di manutenzione programmata che si stanno rivelando un’ottima scelta: veicoli sempre sotto controllo e costi di gestione fissi e certi”.

Uno sguardo agli scenari futuri è d’obbligo. “Le difficoltà di consegna nei centri storici, a causa soprattutto dei limiti legati alla riduzione dell’inquinamento (nonostante la nostra flotta sia tutta Euro 6), lascerebbe prevedere la crescita della domanda di camion a basso impatto ambientale – conclude Alberto Dus -. L’ipotesi elettrica potrebbe essere la più verosimile per le nostre mission con una percorrenza media giornaliera di circa 300 km. Anche in questo caso guardiamo con interesse alle proposte di MAN e all’avvio della sperimentazione di camion elettrici nei paesi europei”.