Loading...
P_eTGM_EOT_eTruck_CNLhandover_18_klein
Set
14
2018
  • Il 13 settembre 2018, MAN ha avviato la fase test su strada dei veicoli nell’ambito di una partnership con il consorzio di imprese austriaco CNL (Council for Sustainable Logistics).
  • All’evento svoltosi presso lo stabilimento MAN di Steyr, in Austria, i rappresentanti delle aziende di logistica hanno ricevuto, dal MAN Truck & Bus Chief Executive Officer Joachim Drees e da Ulrich Dilling, le chiavi di nove veicoli Executive Board member for Production and Logistics.
  • Le aziende associate al CNL testeranno, per diversi mesi, i MAN eTGM totalmente elettrici da 26 t di MTT svolgendo le quotidiane attività di trasporto.

 I primi nove camion elettrici MAN sono stati consegnati a nove aziende associate all’Austria Council for Sustainable Logistics (CNL) giovedì 13 settembre presso lo stabilimento MAN Truck & Bus di Steyr, in Austria. L’evento ha sancito ufficialmente l’inizio della fase operativa di questa partnership, unica nel settore dei veicoli commerciali.

I vantaggi dei camion totalmente elettrici sono evidenti in quanto rispondono perfettamente all’esigenza di nuove soluzioni per il trasporto merci e la logistica nelle aree urbane, sempre più densamente popolate e congestionate dal traffico, nonché per rispondere a leggi sempre più restrittive in difesa dell’ambiente e all’aumento della consapevolezza popolare in favore della sostenibilità. Gestire la distribuzione delle merci in ambito urbano con veicoli elettrici, quindi non inquinanti, significa ridurre sensibilmente le emissioni di CO2 e ossido di azoto nei centri abitati. Inoltre, i veicoli elettrici funzionano silenziosamente e sono quindi ideali per le consegne notturne o al mattino presto.

MAN ha sviluppato i primi nove camion elettrici focalizzandosi sulle differenti applicazioni richieste dalle nove aziende del CNL. I veicoli sono stati realizzati nello stabilimento MAN di Steyr, il sito in cui vengono prodotti i modelli tradizionali MAN TGM e TGL. Inoltre, la struttura ospita il Truck Modification Centre, specializzato nella produzione di piccoli lotti e nella produzione di singoli veicoli personalizzati. Durante la consegna, Ulrich Dilling, membro del MAN Truck & Bus Executive Board Production and Logistics, ne ha sottolineato l’importanza, affermando: “Lo stabilimento di Steyr svolge un ruolo chiave nello sviluppo dei nostri camion elettrici. I dipendenti sono competenti sui sistemi ad alta tensione, le attrezzature necessarie sono collaudate e sono state istituite aree di sicurezza dedicate. Abbiamo anche sviluppato le procedure di manutenzione per i camion elettrici, così come i corsi di formazione per il personale di Vienna, Graz e Salisburgo. Con queste iniziative, abbiamo reso il sito Steyr pronto per l’avvento dell’elettromobilità”.

Quattro di questi veicoli elettrici, destinati alle aziende aziende, Hofer, Metro, Rewe e SPAR sono in configurazione 6×2 con allestimento refrigerato; i veicoli per Gebrüder Weiss, Quehenberger Logistics e Schachinger Logistik sono in configurazione 6×2 con allestimento a casse mobili; un telaio 6×2 per il trasporto di bevande per l’azienda Stieglbrauerei e un trattore 4×2 per gli impieghi logistici dello stabilimento Magna Steyr. Si tratta di veicoli che rispondono a vare tipologie d’impiego non sono quindi destinati unicamente alla classica distribuzione e logistica urbana.

I camion elettrici MAN sono basati sul telaio del MAN TGM. Il motore elettrico, situato al centro del telaio, ha una potenza di 264 kW e fino a 3.100 Nm di coppia alle ruote motrici senza cambio manuale. Le batterie agli ioni di litio sono montate sotto la cabina ai lati del telaio. Nella versione da 26 t del telaio singolo (MAN TGM 6X2-4 LL) sono installate 12 batterie per un’autonomia fino a 200 chilometri a seconda del tipo di utilizzo e dello stile di guida. Nella versione per trattore e semirimorchio (MAN TGM 4X2 LL) è possibile utilizzare fino a otto pacchi batteria e il raggio d’azione può raggiungere i 130 km, sempre a seconda del tipo di utilizzo e dello stile di guida.

Tutti i veicoli hanno sospensioni pneumatiche sull’assale anteriore e posteriore, garantendo così l’adattabilità a ogni tipo di carico. Inoltre, sul fronte del comfort, dispongono di sistema di condizionamento, mentre sterzo e compressore d’aria sono anch’essi ad alimentazione elettrica e lo stesso vale per le dotazioni come sollevatori e unità di raffreddamento. L’energia del freno è recuperata durante la decelerazione, convertita in energia elettrica e reimmessa nella batteria, mentre un display nell’abitacolo informa l’autista sul livello di energia delle batterie. È possibile caricare le batterie con corrente alternata (22 o 44 kW) o corrente continua (150 kW). Le interfacce di ricarica sono conformi allo standard CCS di tipo 2 e la pianificazione dell’uso del veicolo è fondamentale per la scelta dell’infrastruttura di ricarica.

Per MAN, la consegna degli eTGM alle aziende partner di CNL per i test è stato un passo importante e necessario nell’ambito dello sviluppo della propria offerta. L’obiettivo è acquisire informazioni e nuove idee per ulteriori sviluppi, direttamente dal lavoro quotidiano dei clienti.

L’approccio olistico si riflette anche in un altro elemento costitutivo del concetto di veicolo elettrico MAN. Nel percorso da “basse emissioni” a “niente emissioni”, le flotte affrontano una serie di sfide che vanno oltre il veicolo stesso. Per fornire loro il miglior supporto possibile, MAN Truck & Bus ha coinvolto MAN Transport Solutions, il suo team di consulenti specializzati in soluzioni di trasporto personalizzate per ottenere la massima redditività. Grazie alla loro vasta esperienza, i consulenti possono rispondere a questioni relative all’infrastruttura e al consumo di energia, nonché alla manutenzione e organizzazione della flotta. I clienti possono scegliere il servizio di cui hanno bisogno, perché questi specialisti forniscono consulenze personalizzate. Per esempio, possono utilizzare strumenti di simulazione per assisterli nella pianificazione del percorso ma anche per la gestione delle batterie e ricariche o l’analisi e ottimizzazione dei requisiti energetici.

I test congiunti con le aziende associate del CNL fanno parte della eMobility Roadmap di MAN, che prevede anche la presentazione di un prototipo di bus elettrico (BEV) alla fine del 2018 con un incremento della produzione al 2020. I test pratici condotti dalle aziende del CNL, attualmente in corso, costituiranno la base per i futuri progetti di camion elettrici e il conseguente sviluppo della produzione di serie. Nel perseguire la propria eMobility Roadmap, MAN beneficia delle sinergie all’interno del Gruppo Volkswagen e in particolare del dinamismo della divisione auto.