Loading...
P_TGE_EOT_eTGE_2018-04
Set
29
2018

Mentre nello stabilimento MAN di Wrzesnia sono già stati prodotti i primi prototipi, al salone IAA 2018 di Hannover ha fatto il suo debutto mondiale il MAN eTGE 4.140 completamente elettrico. Con un’autonomia di circa 160 chilometri e un carico utile di 1–1,75 t (a seconda dell’omologazione), il modello elettrico è nato per il settore della logistica dell’“ultimo miglio”. A “dare la scossa” al MAN eTGE ci pensano la più moderna tecnologia e componenti elettrici già collaudati nelle grandi serie. I clienti che scelgono MAN eTGE non solo viaggiano verso i trasporti del futuro all’insegna dell’ecologia, ma possono beneficiare anche di diversi vantaggi economici.

 

  • Il MAN eTGE, interamente elettrico, è la soluzione di eMobility per la distribuzione leggera
  • Il MAN eTGE 4.140 è concepito appositamente per soddisfare le esigenze dell’eMobility
  • La tecnologia dei veicoli elettrici nel MAN eTGE è matura, affidabile e richiede poca manutenzione
  • La eMobility offre molteplici vantaggi ai clienti

 

Da un punto di vista statistico il 70% dei veicoli commerciali leggeri usati nelle aree urbane percorrono in media meno di 100 chilometri al giorno e la velocità media raggiunta è bassa. Insieme alle numerose partenze e fermate nell’intenso traffico cittadino, questo profilo di requisiti descrive quasi alla perfezione il campo di applicazione ideale dei veicoli elettrici. Per questo motivo a breve sulle tratte cittadine sarà all’opera anche il MAN eTGE 4.140.

La produzione della versione interamente elettrica del veicolo commerciale MAN inizierà nello stabilimento di Wrzesnia nel mese di luglio e il modello sarà inizialmente disponibile come furgone nella variante con tetto alto. Ha un volume di carico di quasi undici metri cubi e, a seconda dell’omologazione (come veicolo da 3,5 o da 4,25 tonnellate), un carico utile massimo di 1,75 tonnellate e, infine, un’autonomia teorica massima di 160 chilometri secondo il NCGE (Nuovo Ciclo di Guida Europeo). Questa capacità copre circa tre quarti di tutti i trasporti urbani attuali con veicoli dotati di motore a combustione interna.

A fine giornata i veicoli elettrici andranno collegati a un punto di ricarica, e in questo il MAN eTGE non fa eccezione. Se però si pensa a quanto comune oggi sia diventato ricaricare uno smartphone di notte, il ciclo di ricarica non è quasi più un aspetto negativo dell’eMobility nel settore dei veicoli commerciali. Il ricarica del MAN eTGE si effettua presso un wallbox a CA da 7,2 kW e richiede circa cinque ore e mezzo. Se il punto di carica è a corrente continua con presa di carica combinata (CCS, Combined Charging System) e potenza di carica di 40 kW, il caricamento del veicolo fino all’80% richiede 45 minuti al massimo.

Con un’adeguata manutenzione della batteria, la perdita di capacità della batteria ricaricabile da 36 kWh dopo circa 2.000 cicli di carica è soltanto del 15%. I moduli singoli da sei o dodici celle possono inoltre essere sostituiti separatamente. Le 264 celle HV agli ioni di litio sono installate sotto il piano di carico leggermente rialzato, che presenta la stessa struttura delle versioni di carrozzeria a trazione posteriore con motore diesel. Le batterie mangiano spazio? Non è più una scusa.

Il motore trifase, in combinazione con il cambio a una velocità, è montato direttamente sull’asse motore. La potenza massima è di 100 kW; la potenza a ciclo continuo è di circa 50 kW. La coppia immediatamente disponibile di 290 Nm garantisce un ottimo comportamento di marcia.

Oltre al nuovo tipo di trazione, MAN ha dotato il suo eTGE 4.140 di comodi sedili per conducente e passeggeri, Climatronic, parabrezza e sedili termici, navigatore, predisposizione per il telefono e i fari a led sono tutti accessori di serie. Ma non basta: il MAN eTGE non è secondo a nessun modello TGE a trazione tradizionale, nemmeno in termini di sicurezza. È infatti dotato di assistente al parcheggio con protezione fiancata, telecamera multifunzionale, telecamera di retromarcia, impianto di regolazione e limitatore della velocità, nonché di un sistema di osservazione dell’area circostante con funzione di frenata d’emergenza City e, ovviamente, del sistema di assistenza alla frenata di emergenza EBA (Emergency Brake Assist).

La scelta del MAN eTGE comporta innumerevoli vantaggi economici per imprenditori e clienti di flotta, in quanto possono partecipare ai programmi e-subvention dei propri Paesi e ai bandi “emissioni zero”. Il modello eTGE non è soggetto ai limiti di ingresso costituiti dai divieti di circolazione per i veicoli diesel e permette inoltre consegne mattutine, serali e notturne nelle zone ad alta concentrazione urbana, data la notevole silenziosità del suo motore. L’assenza del motore a combustione genera anche un ulteriore vantaggio: la manutenzione si limita a un numero di componenti molto più basso. Alcuni comuni interventi di assistenza (per esempio, il cambio olio e la sostituzione del filtro olio) non sono più necessari; questi fattori si ripercuotono positivamente sul costo totale di possesso (TCO – Total Cost of Ownership). Non da ultimo, grazie al loro impegno ecologico, i proprietari dei MAN eTGE dimostrano di guardare al futuro e possono comunicare questo importante messaggio anche ai loro clienti.