Loading...
MAN4YOU_News-IAAbus
Lug
13
2016

Per gli autobus elettrici MAN Truck & Bus punta sulla modularità.

  • All’IAA 2016 MAN presenta un modello con sistema di ricarica rapida e notturna
  • Grazie alla lunga esperienza con gli autobus ibridi, MAN può offrire soluzioni di E-Mobility con tecnologia collaudata
  • La produzione di serie di un autobus completamente elettrico inizierà entro il 2020, le prime flotte di prova sono previste per la fine del 2018

Offrire la tecnologia di propulsione ottimale per ogni specifico campo d’impiego era ed è per MAN da sempre un obiettivo importante. Oltre alla tecnologia Diesel la famiglia di autobus urbani Lion’s City presenta già oggi una serie di motori alternativi in tutte le varianti possibili. MAN vuole offrire
ai clienti soluzioni valide in termini economici e dalla tecnologia collaudata, sia nel caso dei veicoli Diesel o con carburanti alternativi, sia anche nel settore dell’elettromobilità per il trasporto pubblico urbano.
Grazie all’esperienza pluriennale nel campo delle catene cinematiche elettriche e nell’elettrificazione di altri componenti nel MAN Lion‘s City Hybrid, MAN Truck & Bus parte da ottimi presupposti per offrire alle aziende di trasporto soluzioni pratiche ed efficienti anche nell’ambito degli autobus elettrici. MAN punta su un approccio modulare che offra la possibilità di scegliere e combinare le tecnologie di ricarica secondo le necessità e, analogamente, il numero di accumulatori in base all’autonomia e alla capacità di trasporto richieste. Nella prima fase MAN si concentra sui metodi già diffusi di ricarica rapida tramite pantografo (Opportunity Charging) e ricarica notturna (Overnight Charging) e su una combinazione
di questi due sistemi. L’offerta iniziale comprenderà sia autobus singoli da 12 m che autobus snodati da 18 m a pianale ribassato, allo scopo di offrire alle aziende di trasporto la consueta flessibilità nella definizione dei percorsi e nella pianificazione della capacità. Infatti, a seconda dell’ambito di impiego, delle caratteristiche dei tragitti e della topografia, sembra probabile che nell’uso quotidiano si affermerà una combinazione di diversi veicoli e tecnologie di ricarica.

All’IAA 2016 verrà mostrato un modello che integra diversi sistemi di ricarica e di accumulo di energia. La tabella di marcia per l’E-Mobility di MAN prevede la presentazione al pubblico di una versione di preserie di un autobus a batteria (BEV) entro il 2018, mentre la produzione di serie di un autobus urbano con trazione elettrica al 100% inizierà prima del 2020. MAN Truck & Bus prevede che oltre il 50% delle vendite nel segmento degli autobus urbani sarà costituita da veicoli a emissioni zero già prima del 2030.

In linea di massima sugli autobus sono utilizzate le stesse tecnologie di ricarica e di accumulo di energia dei camion. Inoltre MAN, grazie all’appartenenza al gruppo Volkswagen, può sfruttare le relative sinergie interne e le dinamiche in atto per le auto.

La sfida della standardizzazione
Un problema importante e non ancora risolto è rappresentato, secondo MAN, dalla standardizzazione delle interfacce e delle tecnologie di ricarica. Tale standardizzazione è infatti il presupposto per garantire flessibilità, interoperabilità e sicurezza di pianificazione per i gestori delle flotte di autobus urbani ed è quindi fondamentale per il successo delle tecnologie a emissioni zero nelle città. Per questo motivo MAN partecipa al progetto “eBusCS”, promosso dal Ministero federale delle Finanze e dell’Energia
tedesco. Obiettivo di tale progetto, che si ispira al successo del sistema di ricarica Combined Charging System (CCS) per autovetture, è accelerare la standardizzazione della ricarica per gli autobus elettrici nelle aree urbane in forma semiautomatica ai capolinea e nei depositi con una gestione dell’energia ampliata. I nuclei tematici principali della standardizzazione, dal punto di vista dei costruttori, riguardano soprattutto il posizionamento delle barre di carica, il sistema di sollevamento e abbassamento, il pantografo e i connettori sul veicolo e i valori di tensione.

In questo contesto MAN partecipa attivamente anche allo scambio di informazioni tra costruttori nei relativi comitati di VDA, VDV e UITP e sostiene le attività del Comitato Europeo di normazione elettrotecnica CEN/CELEC.