Loading...
MAN Lions City 2018
Mar
09
2018

Con la nuova generazione di MAN Lion’s City fa il suo ingresso nei centri delle città un autobus urbano completamente ridisegnato. Molteplici novità tecniche si fondono con l’innovativo design degli autobus MAN.

  • La generazione di autobus urbani MAN completamente ridisegnata abbina efficienza, comfort ed ergonomia con l’innovativo design degli autobus MAN.
  • Riduzione del consumo fino al 16% grazie alla combinazione tra il nuovo motore D15, l’innovativo sistema MAN EfficientHybrid e il peso notevolmente ridotto.
  • Sospensione a ruote indipendenti e ammortizzatori in serie di ultima generazione.
  • Fari principali e luci posteriori per la prima volta disponibili Full LED.
  • Nuovi sedili, nuovi mancorrenti e nuovo sistema Colour & Trim per dare maggior risalto all’interno del veicolo.
  • Maggiore ergonomia e più sicurezza per il conducente

In occasione della fiera BusDays farà il suo debutto il nuovo MAN Lion’s City. I progettisti hanno puntato la loro attenzione su economicità, comfort di marcia, tecnologia e design, fissando così nuovi standard per tutti i componenti, come ad esempio la nuovissima catena cinematica con sistema MAN EfficientHybrid, la sospensione a ruote indipendenti sull’asse anteriore, le funzioni di illuminazione realizzate a LED o il nuovo interno del veicolo a struttura modulare. A 18 anni dalla presentazione del suo predecessore, il nuovo MAN Lion’s City segna quindi l’inizio di una nuova era e risulta essere già perfettamente in linea con tutte le normative giuridiche attuali e future.

Dall’esterno il nuovo autobus urbano parla con l’inconfondibile linguaggio del design degli autobus MAN. Oltre ai fari anteriori marcati con fascio LED per la luce di marcia diurna e il tipico profilato frontale MAN nero con modanatura cromata, cattura l’attenzione la linea laterale in vetro abbassata, in grado di rendere il veicolo dinamico e di migliorare anche i Life Cycle Costs (LCC) in quanto fa parte di un rivestimento segmentato. La parte posteriore del veicolo è come la cover di uno smartphone, diventando così un inconfondibile segno distintivo sia nel nuovo MAN Lion’s City che nel nuovo MAN Lion’s Coach. Inoltre, consente di accedere facilmente ai diversi componenti.

 Ancora più conveniente grazie al nuovo motore D15, al MAN EfficientHybrid con sistema di avvio e arresto e al peso ridotto.

I nuovi materiali e i processi di produzione impiegati, non solo conferiscono al nuovo autobus urbano un bell’aspetto, ma lo rendono soprattutto più leggero e robusto aumentandone al contempo la facilità d’uso, ad esempio per i portelloni di servizio e del vano motore. A parità di dotazione, la versione da 12 metri del nuovo MAN Lion’s City pesa circa 1.130 kg in meno rispetto al suo predecessore dotato di motore D20: una differenza che influisce naturalmente anche sul consumo. Per ridurne il peso sono stati utilizzati un portellone vano motore con una struttura completamente nuova, che non necessita di un telaio in acciaio, nonché un lunotto più sottile e un rivestimento delle fiancate di volume ottimale in polipropilene rinforzato con fibre naturali.

Per aumentarne l’economicità, c’è il nuovo motore D1556 LOH, più leggero e già conforme allo standard sulle emissioni Euro 6d che entrerà in vigore dal 1° settembre 2019. Come novità da questo punto di vista è stata introdotta solamente la tecnologia Selective Catalytic Reduction (SCR) combinata con il filtro a rigenerazione continua (Continuously Regenerating Trap – CRT) di MAN, al fine di garantire il ricircolo dei gas di scarico. Il motore ad alta efficienza con cilindrata di 9 litri è disponibile nei livelli di potenza 280, 330 e 360 CV, in modo da soddisfare le più comuni esigenze in termini di utilizzo.

In alternativa, il nuovo motore D15 può essere integrato con il modulo MAN EfficientHybrid, un sistema che consente di ridurre sensibilmente il consumo di carburante e le emissioni fino al 16%. Inoltre, la funzione di avvio e arresto di serie del sistema MAN EfficientHybrid permette all’autobus di frenare in prossimità di fermate o semafori senza produrre il minimo rumore. Alla base di questo sistema vi è un alternatore collegato al motorino di avviamento e all’albero motore, ossia una macchina elettrica in grado di convertire l’energia meccanica in energia elettrica durante le frenate. L’energia recuperata viene quindi immagazzinata in un modulo Ultracap situato sopra il tetto del veicolo, molto più leggero e compatto di una batteria con capacità simile. L’energia accumulata nel modulo Ultracap viene sfruttata per alimentare il sistema elettrico di bordo indipendentemente dal tipo di trazione, consentendo non solo di alleggerire il motore Diesel ma anche di spegnerlo quando il veicolo è fermo. Per riavviare il motore MAN D15 in tempi rapidi è sufficiente invertire il funzionamento dell’alternatore collegato al motorino di avviamento e all’albero motore, mentre per dare l’impulso all’accelerazione è possibile ricorrere alla funzione Boost.

Ulteriori novità: sospensione a ruote indipendenti, silenziatori PCV e porte migliorate

Il nuovo Lion’s City è il primo autobus urbano MAN a essere dotato di una sospensione a ruote indipendenti. Questo sistema è stato progettato in maniera tale che nel caso una ruota subisca un colpo dovuto alle asperità della strada, i movimenti di ruota e supporto ruota vengano trasmessi al lato opposto in misura nettamente inferiore. Ciò consente di ottenere un’ammortizzazione complessivamente più morbida perché agiscono masse non sospese minori.

Per quanto riguarda gli ammortizzatori, la tecnologia utilizzata finora lascia spazio ai nuovi silenziatori PCV (Premium Comfort Valve) proposti come soluzione di serie. Questi smorzatori di vibrazioni solo idraulici garantiscono un assetto ottimale dal punto di vista del comfort di marcia e della stabilità del veicolo, verificabile nelle operazioni come la partenza o il superamento di lunghi tratti di terreno accidentato o di brevi ostacoli. Grazie a un nuovo sistema di condotti dell’olio, è possibile disporre di un maggior numero di parametri utili per adattare l’assetto del veicolo in base alle variazioni dell’asse, garantendo quindi un comportamento di marcia decisamente migliore.

Con la nuova generazione di autobus urbani, MAN ha voluto migliorare anche l’assetto delle porte. A tale scopo sono state impiegate sempre porte della gamma MAN, ma più larghe di 10 cm e con un movimento più rapido, armonico e immediato. La scelta include porte rototraslanti interne ed esterne con meccanismo pneumatico, nonché porte scorrevoli ad ante con apertura interna e porte ad ante girevoli con apertura a scorrimento ad azionamento elettroidraulico. I componenti utilizzati sono altamente collaudati e non devono essere lubrificati né regolati per consentirne il funzionamento. Le porte possono quindi contare su un sistema sempre affidabile. L’utilizzo del sistema modulare permette di risparmiare sulla fornitura di ricambi garantendo allo stesso tempo un’elevata disponibilità, a vantaggio degli LCC.

Tutte le funzioni di illuminazione realizzate a LED

Tra i vari componenti con cui il nuovo MAN Lion’s City si propone di fissare nuovi standard, spiccano i fari sulla parte anteriore e posteriore del veicolo dove MAN punta sul LED non solo per la luce di marcia diurna. Per la prima volta i fari principali sono disponibili in Full LED e fanno parte della dotazione di serie assieme ai gruppi ottici posteriori a LED. Le luci a LED dotate di tutte le funzioni di illuminazione non servono solo a mettere in risalto il design caratteristico del nuovo MAN Lion’s City, ma offrono anche una maggiore sicurezza riducendo allo stesso tempo i costi di esercizio. Oltre ad avere un’elevata efficienza energetica, il dispositivo luminoso vanta una durata fino a 10.000 ore di esercizio, nonché un’affidabilità estrema, evitando così di sostituire le luci riducendo i costi di gestione. Oltre a questo viene garantita una migliore visibilità: gli anabbaglianti e gli abbaglianti usano infatti luci a LED più luminose delle lampade alogene di circa il 50%. La luce a LED permette al contempo una distribuzione più ampia e una profondità nettamente maggiore della luce.

Questa moderna tecnologia luminosa viene utilizzata anche all’interno del veicolo. Un’illuminazione a LED indiretta e, su richiesta, interrotta con tonalità bianco caldo, oltre a una luce dell’ambiente di colore opzionale, conferiscono un design uniforme, moderno e dinamico. Gli ingegneri hanno curato in particolar modo la componente antiriflesso, in modo da ridurre al minimo l’effetto abbagliante all’interno della postazione di guida.

Nuovi sedili per garantire la flessibilità e facilitare la pulizia

All’interno del veicolo i passeggeri verranno accolti da un ambiente luminoso, ordinato e familiare grazie al nuovo sistema Colour & Trim. I colori chiari e scuri sono selezionati appositamente per assistere in modo funzionale le aree operative. I nuovi sedili, fissati alle guide laterali e con distanze ottimizzate, non solo offrono uno spazio maggiore, ma facilitano anche le operazioni di pulizia. Il telaio del sedile standardizzato viene fissato alla fiancata tramite due guide, su cui poi è possibile montare facilmente qualsiasi seduta con l’ausilio di appositi adattatori. Anche chi rimane in piedi non dovrà rinunciare a comfort e sicurezza: le nuove maniglie con profilo ovale offrono infatti un supporto ideale a cui tenersi comodamente durante il tragitto.

Ergonomia, comfort e sicurezza anche per il conducente

Nel nuovo MAN Lion’s City anche il conducente ha a disposizione una postazione di lavoro completamente rivista e ottimizzata, nonché perfettamente inserita nel design grazie alla porta della cabina oscillante. Con un occhio di riguardo all’ergonomia, al comfort e alla sicurezza è stato possibile aumentare la facilità di utilizzo grazie a una nuova disposizione degli interruttori e della strumentazione. I comandi sono ora sistemati in tre zone in base alla frequenza di utilizzo, mentre un ulteriore portastrumenti opzionale situato sulla parte destra funge da alloggiamento per altri apparecchi DIN o monitor di sorveglianza. Nel pannello laterale dei comandi si trovano invece un portabevande e un attacco USB. La presenza di uno scomparto richiudibile dove mettere la borsa e di una rete per le riviste consente inoltre al conducente di avere una postazione più ordinata.

Il sedile di guida può essere regolato anche in orizzontale, garantendo una posizione ottimale e quindi una maggiore ergonomia. Il portastrumenti si muove in modo sincrono con il movimento del volante. Il display a colori da 4” ad alta risoluzione installato di serie garantisce inoltre una migliore visualizzazione. La posizione rialzata del sedile e la porta della cabina conducente che si apre in davanti forniscono invece una maggiore sicurezza. Un vetro modulare, inserito sulla porta del conducente, in grado di estendersi fino al parabrezza, offre infine un’ulteriore protezione dalle persone non autorizzate.

La produzione della nuova generazione di autobus urbani inizierà a partire da agosto 2018, sempre nello stabilimento MAN di Starachowice (Polonia).