Loading...
Mag
24
2016

Un MAN TGM 13.290 4×4 è in servizio come veicolo portattrezzi multifunzione presso l’azienda che gestisce le risorse idriche del Presidio governativo di Stoccarda

“Una soluzione a 360°“, così si potrebbe riassumere l’articolata gamma di equipaggiamenti del nuovo MAN TGM 13.290 4×4 BB recentemente fornito dalla filiale di Stoccarda di MAN Truck & Bus Deutschland GmbH all’azienda che gestisce le risorse idriche della zona. Gli ingegneri idraulici della sede di Winterbach, impegnati ogni giorno nella manutenzione dei corsi d’acqua, cercavano un veicolo affidabile sia su strada che fuoristrada e, grazie all’agile MAN TGM da 14 tonnellate, un motore di 290 CV, trazione integrale e un equipaggiamento speciale, hanno trovato la soluzione giusta.

Il veicolo a due assi (con interasse di 3.600 mm) a trazione integrale e impianto di scarico rialzato, ha una profondità di guado che raggiunge i 70 cm. Con gli speciali pneumatici per fuoristrada 445/65 R22,5 ha un’altezza tale da non avere problemi nelle situazioni d’impiego più complesse come prati umidi, scarpate scivolose, strade fangose, anche nelle difficili condizioni invernali. Il MAN TGM dispone inoltre di un sistema PTG di controllo della pressione dei pneumatici, che consente di ridurre o aumentare la pressione di ogni singola ruota in caso di necessità. Questi due adeguamenti sono stati eseguiti dagli specialisti dell’officina Toni Maurer GmbH, il partner di MAN che ha provveduto anche a montare sul tetto della cabina i fari rotanti arancione con griglia di protezione.

Il selettore per la gestione del blocco del ripartitore di coppia, una tecnologia raffinata ma al tempo facile da usare, lo rende inoltre perfettamente idoneo all’impiego fuoristrada. Con il tipico selettore MAN, l’autista può definire tutte le operazioni di blocco e cambio marcia, avendo tutto sotto controllo con una sola mano. È impossibile sbagliare: il selettore prescrive la sequenza logica di inserimento dei singoli blocchi differenziali e, un altro vantaggio in termini di sicurezza, è rappresentato dal fatto che il passaggio dalla modalità strada a quella fuoristrada, e viceversa, è possibile solo a veicolo fermo e con il cambio in folle.

Un ulteriore aiuto per l’autista è il freno per lo spunto in salita integrato, che permette di partire in salita senza l’arretramento del veicolo: premendo l’interruttore sul cruscotto si mantiene la pressione di frenata del freno di servizio. Così non è più necessario utilizzare il freno di stazionamento per la partenza in salita e l’autista è aiutato nelle manovre difficili: il rischio di incidenti a causa di un arretramento del veicolo si riduce e diminuisce anche l’usura di frizione e cambio.

Il MAN ABS Offroad, il sistema di antibloccaggio ruote in fuoristrada, permette un migliore effetto frenante su terreni che offrono poca presa, come ghiaia, sabbia, fango o neve, perché il cuneo di terreno che si forma contribuisce ad accorciare lo spazio di frenata.

Nonostante sul MAN TGM consegnato a Stoccarda non siano importanti i chilometri percorsi ma piuttosto le ore di servizio, conducente e passeggero non devono rinunciare alla comodità in cabina: l’impianto radio MAN Media Truck Advanced fornisce un sound di qualità durante gli spostamenti e dispone inoltre della funzionalità di viva voce per il telefono cellulare con Bluetooth. Il sedile del driver è del tipo comfort a sospensione pneumatica con supporto lombare, regolazione spalle e riscaldamento. La panca per i passeggeri dispone di due sedili singoli e permette anche agli altri due colleghi di viaggiare comodamente.

Il MAN TGM 13.290 4×4 dimostra di essere uno strumento di lavoro ideale non solo durante i tragitti, ma anche da fermo: il telaio MAN è stato infatti equipaggiato con un cassone ribaltabile su tre lati Meiller  Tipo 6. Ulteriori sponde rialzate di alluminio permettono una maggiore flessibilità nell’adeguamento del cassone al carico trasportato. Dietro alla cabina di guida si trova una gru di carico da 12,5 tonnellate Palfinger PK12502 SH, la cui benna mordente ne consente l’utilizzo praticamente in tutte le attività connesse alla cura della vegetazione. Tra gru e autoribaltabile è posizionato su tutta la larghezza del veicolo uno speciale contenitore di metallo in cui si possono riporre comodamente attrezzi di lavoro ingombranti come, per esempio, una motosega a lama lunga.

 

Sul lato frontale del MAN TGM è montato un verricello da 5 t Werner modello F-70.2/319H1 HW. Quando il verricello viene impiegato, il veicolo esercita una forza opposta su tutte le ruote, disponendo di un`attivazione pneumatica del freno di stazionamento per l’assale anteriore. Se invece si lavora con il verricello posteriore Schlang&Reichart FW810, della potenza di 8 t, un sistema di ancoraggio ad azionamento pneumatico montato sull’estremità del telaio, si fissa al suolo garantendo così la sicurezza. La gru e i verricelli sono comandati da remoto, senza rischi e con grandi vantaggi per la sicurezza sul lavoro. Sul lato posteriore si trova inoltre un ulteriore attacco idraulico per l’impiego di uno spaccalegna. Tutte le installazioni sono state eseguite – su richiesta specifica del cliente – da Fahrzeugbau Wörner GmbH nella vicina Reichenbach an der Fils, che in questa occasione ha anche ottenuto la certificazione come partner MAN.