Loading...
Premiazione
Mar
13
2017

Sono stati proclamati i vincitori del concorso fotografico “Vite in Viaggio” che MAN Truck & Bus Italia ha sponsorizzato nell’ambito delle iniziative “MAN per Verona” che si sono sviluppate nel corso del mese di febbraio.

Tramonti che incantano, altitudini che custodiscono autobus abbandonati e scenari lunari con surreali paesaggi prodotti da eruzioni vulcaniche. C’è tutto questo, e molto altro ancora, negli scatti fotografici dei vincitori di “Vite in Viaggio”, il concorso fotografico che si è concluso domenica 12 marzo presso il Museo AMO di Verona in concomitanza alla mostra “Picasso. Figure (1906-1917)”.

Svelati i nomi di chi si è aggiudicato il podio delle tre sezioni proposte dal contest curato e organizzato dall’associazione Verona Arte e Musica con il supporto di MAN Truck & Bus Italia. La filiale italiana dell’azienda tedesca, che ha sede nell’area veronese da oltre 30 anni, ha voluto regalare alla città un fitto calendario di eventi tra febbraio e marzo per celebrare il sodalizio con il territorio. Per MAN, infatti, la crescita sostenibile non passa solo dall’attività economica ma anche dal costante impegno a favore della collettività e dell’ambiente e, come evidenzia il contest, anche della cultura.

I 51 ritratti esposti, che immortalano mete, mezzi di trasporto ed emozioni, sono stati selezionati tra gli 838 scatti inviati da oltre 400 partecipanti di tutta Italia, e sono stati giudicati da una giuria di esperti assieme al voto del pubblico.

Massimiliano Balasso Krisa, classe 1995, si è aggiudicato il premio per la sezione “La meta”, con la sua “Prospettiva in Contrasto”, scattata in India, dove ogni sera, quando il sole tramonta, dei monaci pregano per la pace nel mondo.

Sarah Baldo, nata nel 1975, è invece salita sul podio della sezione “Mezzi di trasporto”, per lo scatto “Sono tanto stanco”, che ritrae un vecchio bus a 4.000 metri di altitudine tra la Bolivia e il Cile.

Infine, Filippo Rigon di Zevio, del 1983, ha primeggiato nella sezione “Emozioni” con la fotografia che, all’estremo Nord della Patagonia cilena, immortala un’abitazione trasportata dalla piena di un fiume in seguito a un’eruzione vulcanica.

Non meno affascinanti gli scatti che si sono posizionati sui gradini più bassi del podio. Tra loro c’è chi, come l’inglese Marcel Clemens, ha affascinato giuria e pubblico con uno “Dreamscape” scattato in una notte oscura senza luna in Lessinia. Loredana Armao, palermitana, è artefice invece della “Laguna Blu” realizzata ad alte quote in Argentina. Si torna in India con Chiara Paolini di Rimini, mentre Stefano Mariconti, bergamasco di Treviglio, ammalia la vista con le carovane nel deserto dei Dancalia, tra Etiopia e Eritrea. Lo svizzero Roberto Serra descrive l’attesa fino a sera tra nelle casette dei pescatori sul delta del Po, e infine Massimo Della Latta di Pietrasanta, Lucca, vince per la sua “Voglia di mare”, scattata sulle spiagge della Bretagna.

Hanno composto la giuria la curatrice dell’esposizione, Jennifer Karch Verzè di Imago Mundi Art per la Fondazione Benetton Studi e Ricerche, Giusi Paqualini del Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri, il giornalista de L’Arena, Paolo Mozzo, il fotografo professionista Alfonso Papa e il direttore Marketing di Truck & Bus Italia, Alessandro Smania.

Il contest è nato per dare risalto alle doti artistiche degli appassionati o esperti di fotografia, offrendo loro l’occasione unica di condividere gli spazi espositivi con le tele di Picasso. MAN Truck & Bus Italia ha inoltre regalato 300 biglietti per ammirare l’artista spagnolo di fama mondiale, ai primi visitatori di “Vite in Viaggio”, inaugurata il 21 febbraio.