Loading...
MAN TGS_D15_veicoli_prova
Set
10
2019

Il nuovo motore sei cilindri D15 sostituisce il D20 e si propone come una soluzione efficiente per tutti gli utilizzatori che richiedono potenze medie, ottimi valori di coppia e consumi contenuti. I test su strada, effettuati a bordo di tre veicoli MAN TGS con tre diversi allestimenti, hanno dato riscontri positivi.

  • Il nuovo MAN D15 pesa 230 kg in meno rispetto al predecessore D20
  • Disponibile con tre potenze: 330, 360 e 400 cv con una coppia massima compresa tra 1.600 Nm e 1.800 Nm
  • Attenzione all’ambiente con l’omologazione Euro 6d, alle emissioni di NOX (gli ossidi di azoto) prossime allo zero
  • Testati su strada i nuovi sistemi di sicurezza e di ausilio alla guida Lane Return Assist (LRA) basato sul MAN ComfortSteering, Adaptive Cruise Control (ACC) con Stop&Go e MAN VAS.

Il nuovo motore MAN D15 viene montato sulla gamma TGX e TGS oltre ai bus urbani. La cilindrata di questo 6 cilindri in linea è di 9 litri (9.037 cc) ed è declinata su tre potenze: 330, 360 e 400 cv con una coppia massima compresa tra 1.600 Nm e 1.800 Nm. Il nuovo D15 si caratterizza per la struttura compatta e quindi anche più leggera, ben 230 kg in meno della precedente versione D20 e di conseguenza un positivo guadagno in carico utile. Per questo motore si è adottato il post-trattamento dei gas di scarico grazie alla perfezionata tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) in combinazione con il filtro a rigenerazione continua MAN CRT (Continously Regenerating Trap). Grazie a questa soluzione, le emissioni di NOX (gli ossidi di azoto) sono prossime allo zero. La sovralimentazione è garantita da una singola turbina monostadio, tranne nella versione da 400 cv dove la turbina è a geometria variabile. Il nuovo D15 è dotato di freno motore a potenza regolabile fino a 350 kW Turbo-EVBec: grazie a una valvola di regolazione elettronica a posizionamento pneumatico, antistante al turbocompressore che garantisce, in frenata, una contropressione maggiore. Inoltre, sono previste di serie due prese di forza installate al motore e, come optional, si può richiedere l’installazione di alternatori da 400/500 V con raffreddamento ad acqua con trasmissione a cinghia per i gruppi refrigeranti con potenza fino a 30 kW.

Più sicurezza e meno stress per l’autista

Il test su strada del motore D15 offre l’opportunità di prendere confidenza con una serie di sistemi sviluppati da MAN per aumentare la sicurezza e rendere meno stressante il lavoro dell’autista.

MAN ComfortSteering, un motore elettrico aumenta la forza sullo sterzo generata dal conducente a seconda della situazione, riducendo così lo sforzo necessario per sterzare e rendendo lo sterzo più preciso e confortevole. Per evitare il rischio di uscire dalla propria corsia per distrazione o colpi di sonno, il Lane Return Assist (LRA) mantiene il veicolo all’interno della carreggiata: mentre LGS (Lane Guard System) tramite un segnale sonoro, avverte l’autista se il veicolo oltrepassa la corsia.

ACC (Adaptive Cruise Control) con Stop&Go regola invece automaticamente la distanza dal veicolo che precede a velocità comprese tra 0 e 25 km/h e lo rallenta fino all’arresto se necessario, spegnendo automaticamente il motore in caso di brevi soste. La sofisticata combinazione di dati provenienti da sensori radar e dalla telecamera consente a EBA2 (Electronic Brake Assist, l’assistente alla frenata d’emergenza) di interpretare in modo affidabile anche gli scenari di traffico più difficili e quindi attivare la frenata di emergenza solo se necessario.

MAN VAS è invece il sistema di telecamere che aiuta il conducente ad avere una visione completa delle aree circostanti il veicolo, fornendo un valido supporto non solo in fase di marcia ma anche durante le manovre.

Il primo test in cava

Il primo veicolo ed essere sottoposto al test-drive è il trattore il trattore TGS 18.400 4×2 con motore D15, abbinato a una vasca a pieno carico, quindi 40 t di peso totale a terra. Si ha così modo di verificare un’altra innovazione introdotta con questa motorizzazione: il tasto Drive Performance (Dp) che garantisce un maggiore spunto e cambi di marcia più rapidi quando le situazioni lo richiedono. 400 cv per 40 t di PTT sono una condizione estrema, ma il D15 mostra di poterli gestire bene ricorrendo all’utilizzo nei momenti più difficili (immissione negli incroci e ripartenze in leggera salita come il tratto sterrato in cava) alla modalità Dp che mostra tutta la sua efficacia e utilità. Promosso a pieni voti anche il freno Turbo-EVBec, efficiente e sempre pronto a intervenire a supporto quando si tratta di ridurre drasticamente la velocità. Sul lungo tratto autostradale che conduce alla cava si apprezza la guida confortevole e silenziosa. Infatti, i dati riscontrati al fonometro confermano il D15 come motore particolarmente silenzioso: al minimo si registrano 60 db che salgono a 65/68 db in viaggio e non superano mai i 70 db sotto sforzo.

Distribuzione a largo raggio

Il secondo veicolo in prova è un trattore TGS 18.400 4×2, ma con un semirimorchio telonato e un PTT di poco inferiore alle 30 t. 10 tonnellate in meno si sentono e quindi non è necessario utilizzare frequentemente la funzione Dp nonostante il percorso scelto, a dispetto delle dimensioni del veicolo, sia quasi interamente su strade urbane e interurbane. Il test drive consente di verificare l’importanza di funzioni come il MAN ComfortSteering con il Lane Return Assist che confermano entrambi la loro validità ed efficienza anche sui percorsi extraurbani, mantenendo il veicolo in carreggiata. Efficace e utile anche l’ACC con Stop& Go che debutta sul cambio TipMatic a 12 rapporti comune a tutti i tre veicoli in prova: è comodo e sicuro seguire il veicolo che precede adeguandosi automaticamente alla sua velocità e ai suoi rallentamenti. Pratico e affidabile, per la sicurezza di tutti gli utenti della strada e ance degli autisti che possono essere guidare in modo più tranquillo e rilassato.

Un classico della distribuzione

Il terzo protagonista è un carro TGS 18.330 4×2 da 330 cv allestito con box di alluminio per un PTT di 18 t. anche questo veicolo è equipaggiato con freno motore Turbo-EVBec, senza la funzione Dp. Per quanto riguarda i sistemi di sicurezza e dell’ausilio alla guida, sul montante lato guida, c’è un monitor con il quale è possibile avere una visione completa e perimetrale dell’area attorno al veicolo. In questo modo si migliora la sicurezza dell’autista e di tutti gli utenti della strada. Un accessorio non solo utile nelle curve, per evitare eventuali ostacoli, ma anche per avere sempre sotto controllo tutto il perimetro del veicolo. Quanto al motore D15 con questo allestimento offre il meglio delle proprie potenzialità: silenzioso, agile, parco nei consumi, e molto maneggevole nel traffico urbano.